Caserta, maestra arrestata: "Picchiava i bambini"

Accusata di botte, minacce e anche di rubare le merendine.

A Parete, provincia di Caserta, una maestra è stata arrestata dai Carabinieri e messa agli arresti domiciliari; secondo gli investigatori si è resa colpevole di maltrattamenti ai danni di alcuni suoi alunni della scuola elementare in cui è insegnante. Le segnalazioni dei genitori sono arrivate ai militari che hanno così dato il via alle indagini guidate dalla procura di Napoli.

Stando alle accuse dei genitori, nella classe dell'insegnante si viveva un vero e proprio clima di terrore, causato dai modi violenti e aggressiva della maestra finita ai domiciliari. Bambini presi a schiaffi, insultati e minacciati di ritorsioni se mai avessero provato a raccontare ai genitori quanto avveniva in classe.

La procura di Napoli ha quindi disposto che venisse installata una telecamera nascosta per riprendere quanto effettivamente avveniva in classe; al termine delle indagini è stato deciso l'arresto dell'insegnante, di cui non sono state rese note le generalità. Dalla telecamera nascosta, in effetti, i carabinieri avrebbero ottenuto prove del comportamento violento dell'insegnante, oltre ad accertare che la maestra lasciava che i bambini litigassero tra di loro senza mai intervenire.

L'aspetto più grave, sempre che venga confermato, riguarda però le violenze perpetrate in classe: schiaffi e maltrattamenti vari; addirittura la maestra sarebbe arrivata a chiedere che le venissero cedute le merendine dei bambini.

(Nel video, i maltrattamenti delle due maestre della scuola materna di Taranto, vicenda del settembre 2014)

scuola prof kamasutramolesto

  • shares
  • Mail