Panettone ripieno di cocaina: un arresto a Poggibonsi (Siena)

Arrestato un presunto pusher di 50 anni dopo un a perquisizione in casa nelle vicinanze del centro storico di Poggibonsi.

Aveva nascosto la droga in un panettone, ripieno di 60 grammi di cocaina pronta per essere rivenduta a giovani clienti.
Un uomo di 50 anni, B.B., di Poggibonsi (Siena) è stato arrestato due giorni fa dai carabinieri durante una perquisizione effettuata in casa sua, nei pressi del cento storico.

I militari avevano trovato sul tavolo della cucina delle buste con la spesa, spumante e un panettone chiuso nel proprio sacchetto di plastica, confezione che però sembrava essere stata manomessa.

Così è scattato un controllo del contenuto del dolce natalizio che, si è scoperto, era stato svuotato dal fondo e riempito con 6 dosi di cocaina purissima da 10 grammi l'una, sigillate sottovuoto in involucri di plastica, per un valore totale di circa 7mila euro se venduta al dettaglio.

L'uomo, un operaio del posto, è stato arrestato nella serata del 31 dicembre. I carabinieri del Norm di Poggibonsi seguivano da settimane gli spostamenti del 50enne, notando che nonostante l'età incontrava spesso diversi giovani, anche solo il tempo di un saluto veloce.

Proprio dopo l'incontro dell'uomo con uno di questi ragazzi i carabinieri, in abiti civili, hanno bloccato l'operaio in strada perquisendolo in una via del centro storico e trovandogli in tasca ben 1.500 euro in banconote e un involucro in plastica vuoto.

Da lì i carabinieri si sono fatti accompagnare presso l'abitazione del presunto pusher scoprendo poi il panettone farcito di cocaina.

Dai primi controlli in casa non era saltato fuori nulla, ma un cestino dell’immondizia con all’interno i resti di un panettone e nessuna confezione ha fatto accendere la lampadina agli investigatori che hanno poi aperto il dolce che era sul tavolo. All'operaio arrestato sono stati concessi i domiciliari.

  Cocaina Poggibonsi

  • shares
  • Mail