Racket del caro estinto: l'inchiesta di Panorama

urna_cinerariaDopo il reportage della scorsa settimana sui cadaveri accantonati come immondizia nel quartiere napoletano di Poggioreale, ecco oggi l'inchiesta di Nadia Francalacci per Panorama sula false cremazioni, che ha evidenziato controlli a tappeto in oltre cinquanta strutture che si occupano di cremazioni in tutta Italia.

Tutto è partito da un'indagine dei Nuclei operativi ecologici, Noe, sullo smaltimento e riciclaggio di crocefissi e maniglie di ottone e si è poi scoperto che in numerose strutture italiane, non tutti i defunti venivano cremati come da accordi.

Da corpi accatastati per anni a Roma alle ceneri di tre persone spacciate per quelle di uno solo a Padova, passando per al Prato, Parma e Piacenza.

Tanto per avere un'idea della situazione, questa una delle frasi intercettate telefonicamente nell'ambito dell'inchiesta:

D: «È arrivato questa mattina il corpo di una bambina, che ne facciamo? Deve essere cremata»
R: «Mah... Niente cremazione, buttala via, nell'immondizia, tanto è poca roba».

Qui trovate anche lo speciale del Corriere della Sera dedicato alla vicenda.

  • shares
  • Mail