Napoli, 26enne accoltellato per difendere il padre: arrestato coetaneo

Fabio Fontanarosa arrestato per l'accoltellamento di Salvatore Vitiello nei Quartieri spagnoli.

C'è un arresto per il ferimento a coltellate di Salvatore Vitiello, il 26nne che cercava di difendere il padre in una lite per la viabilità scoppiata tre giorni fa a Napoli, in via Cedronio, nella zona dei Quartieri spagnoli.

Cosa ha scatenato la spedizione punitiva. Vitiello stava parcheggiando la sua auto, con lui la madre. Quando la donna è scesa dalla vettura un motorino passando a tutta velocità ha rischiato di investirla, da lì le imprecazioni del marito contro il conducente dello scooter che poco dopo è tornato con i suoi amici per vendicarsi.

La polizia ha arrestato ieri pomeriggio Fabio Fontanarosa, 26 anni, individuato grazie all'identikit che gli investigatori sono riusciti a ricostruire anche grazie alle testimonianze della famiglia della vittima.

Qualche ora prima del fermo Fontanarosa era stato visto da alcuni poliziotti in un bar che frequentava assiduamente, poi era sparito, ma ha commesso l'errore di ritornare in quello stesso locale, sempre nei Quartieri Spagnoli. Lì gli agenti lo hanno fermato. Il 26enne ha lamentato un malore ed è quindi stato portato in ospedale dove ha tentato la fuga da una finestra del pronto soccorso del Vecchio Pellegrini, lo stesso nosocomio in cui è ricoverato Vitiello.

Nel lanciarsi da quella finestra Fontanarosa si è però rotto le caviglie. Adesso si trova all'ospedale Cardarelli di Napoli, piantonato con l'accusa di tentato omicidio, in concorso con altre cinque persone, gli autori dell'aggressione.

Le ricerche degli altri complici, tra cui ci sarebbero anche due figli di un boss dei Quartieri spagnoli secondo Il Mattino, avrebbero già portato all'identificazione di uno di essi.

"Fontanarosa era nel gruppo che ha aggredito per futuli motivi Vitiello ma questo e' un motivo che aggrava di piu' la sua situazione. E' una persona con numerosi pregiudizi di polizia. In questo momento stiamo ricostruendo ancora l'episodio, ma lo riteniamo colui che ha iniziato la lite, quello che era alla guida dello scooter"

ha spiegato il capo della Squadra mobile partenopea Fausto Lamparelli, secondo quanto riporta l'Agi.

L'individuazione del presunto colpevole è avvenuta:

"proprio grazie alle descrizioni da parte delle vittime e la conoscenza del territoro da parte nostra.Riteniamo di essere sulla buona strada per assicurare alla giustizia tutti i responsabili"

ha aggiunto il dirigente di polizia. Intanto le condizioni della vittima, che ha dovuto subire l’asportazione della milza, sarebbero in miglioramento.

salvatore vitiello Ospedale Cardarelli

  • shares
  • Mail