Botti di Capodanno illegali: 900 kg sequestrati a Roma

Controlli e denunce da parte dei carabinieri contro il commercio di botti e giochi pirici non a norma.

Botti di Capodanno illegali sempre nel mirino delle forze dell'ordine che con l'avvicinarsi della notte di San Silvestro intensificano i controlli. Nelle ultime ore i carabinieri di Roma hanno sequestrato quasi una tonnellata di materiale esplodente e giochi pirici ritenuti pericolosi.


Gli accertamenti eseguiti nella capitale e in provincia in questi giorni sono volti al contrasto, alla detenzione e al commercio illecito di materiale esplodente e rientrano nell'ambito di un piano straordinario di controllo predisposto dai militari dell'Arma in occasione delle feste di fine anno.

I carabinieri della compagnia Roma Trastevere hanno apposto i sigilli a oltre 900 chilogrammi di fuochi, petardi e fontane varie, della IV e V categoria, detenuti abusivamente e in locali non idonei allo stoccaggio.

Nel dettaglio, ieri pomeriggio è stato scoperto che un uomo di 72 anni, titolare di un negozio di giocattoli, deteneva ben 700 chilogrammi di artifici pirici di IV e V categoria senza alcuna autorizzazione, con grave rischio la sua incolumità e quella dei clienti dell'esercizio commerciale.

Il negoziante ha preso una denuncia a piede libero con l'accusa di detenzione e vendita abusiva di materiale pirico. Il materiale sequestrato è stato poi affidato a una ditta specializzata nella custodia e nel trattamento di questo genere di botti.

Sempre ieri i carabinieri hanno sequestrato altri 200 Kg di botti di IV e V categoria pronti alla vendita e conservati abusivamente in un altro negozio di giocattoli. Il titolare dell'attività in passato aveva già beccato una denuncia per lo stesso identico motivo.

sequestro botti capodanno ROma

  • shares
  • Mail