Ancona, 53enne ucciso in casa durante una rapina: arrestato il presunto killer

La vittima, Giancarlo Sartini, è stata trovata cadavere con una profonda ferita alla testa.

10 gennaio 2015 - A poche settimane dall’omicidio di Giancarlo Sartini, il presunto killer è finito in manette. Si tratta, lo confermano gli inquirenti, di un operaio dell’Est Europa, residente in provincia di Ancona.

Il pensionato, invalido civile impiegato a lungo per una ditta di pulizie ferroviarie, fu ucciso nel corso di un furto degenerato in tragedia. Il giovane si sarebbe introdotto in casa dell’uomo con l’intenzione di rapinarlo, ma la reazione del 53enne l’avrebbe spinto ad aggredire il malcapitato, massacrandolo con un oggetto contundente.

Ancona, 53enne ucciso in casa durante una rapina

omicidio a chiaravalle - ancona

E’ stata una profonda ferita alla testa ad uccidere Giancarlo Sartini, il pensionato di 53 anni trovato cadavere questa mattina nella sua abitazione di via Circonvallazione a Chiaravalle, in provincia di Ancona.

Non ci sono testimoni, ma le forze dell’ordine sono certe di essere arrivate alla ricostruzione dell’accaduto: l’uomo, invalido civile impiegato a lungo per una ditta di pulizie ferroviarie, avrebbe aperto la porta di casa al suo assassino, o ai suoi assassini.

Una volta dentro, i banditi avrebbero aggredito Sartini con un corpo contundente prima di mettere a soqquadro l’appartamento a caccia di oggetti di valore e denaro. L’uomo, ormai ferito gravemente, si sarebbe accasciato a letto ed è lì che oggi è stato trovato ormai senza vita.

Nonostante i militari giunti sul posto non abbiano riscontrato segni di effrazione, lo stato di disordine nell’appartamento e le numerose tracce di sangue trovate da una parte all’altra dell’abitazione, così come la profonda ferita alla testa rinvenuta sul cadavere, fanno propendere per una rapina finita in tragedia.

Da una prima analisi sul corpo dell’uomo, è stato escluso che quella ferita sia compatibile con una caduta accidentale. Le indagini proseguono, mentre si attendono i risultati dell’autopsia che chiariranno una volta per tutte le cause del decesso.

  • shares
  • Mail