Tentato omicidio a Silanus (Nuoro): pensionato raggiunto da una fucilata

L'ex infermiere Peppino Mozzo non sarebbe in pericolo di vita.

Ancora un agguato nel Nuorese, a Silanus, dove questa mattina un uomo di 67 anni è stato raggiunto da una fucilata alla schiena, sotto lo sguardo pietrificato del figlio.

Nessun dubbio sul fatto che chi ha sparato volesse uccidere. La vittima del tentato omicidio è Peppino Mozzo, ex infermiere in pensione.

L'uomo mentre apriva il cancello del suo oliveto, nella campagne di Silanus, a poca distanza dal nuraghe di Orolai, è stato colpito alla spalle da un fucilata esplosa intorno alle 8:00.

Il pensionato, prontamente soccorso dal figlio che ha lanciato l'allarme, è stato quindi trasportato con l'elisoccorso del 118 all'ospedale San Francesco di Nuoro: non sarebbe in pericolo di vita secondo quanto riporta la stampa locale.

Il figlio del 67enne mentre veniva compiuto l'agguato, probabilmente per mano di qualcuno che conosceva bene le abitudini di Mozzo, era rimasto in macchina ad attendere il padre, vedendo da dietro il finestrino la terribile scena del genitore che colpito si accasciava a terra.

Indagano i carabinieri della stazione di Silanus che hanno eseguito i primi rilievi sul posto e avviato le indagini per risalire all'autore del tentato omicidio.

Poco più di un mese fa sempre nel piccolo centro in provincia di Nuoro era stato ucciso in un agguato l’allevatore 34enne Bachisio Cossu (nel video in alto).

(in aggiornamento)

agguato SILANUS

  • shares
  • Mail