Verona: è morto il bimbo preso a martellate dal padre

L'omicida, un rumeno di 37 anni, ha colpito la moglie e i due figli e il più piccolo dopo una settimana in terapia intensiva non ce l'ha fatta.

colf ladra rivoli

Aggiornamento di lunedì 31 dicembre 2014 - È arrivata purtroppo oggi la notizia che è morto il bambino di 9 anni colpito a martellate dal padre la scorsa settimana. L'Azienda Ospedaliera di Verona che ha avuto il cura il bimbo dall'antivigilia di Natale ha confermato che non ce l'ha fatta. Era ricoverato nel reparto di terapia intensiva pediatrica, ma le sue condizioni erano sembrate gravi fin dall'inizio.
La madre e il fratello di 16 anni, invece, stanno migliorando giorno per giorno. Il padre si era suicidato tagliandosi le vene subito dopo aver preso a martellate tutti i componenti della famiglia.

Prende a martellate la moglie e i due figli poi si suicida


Martedì 23 dicembre 2014

Un uomo di 37 anni, secondo alcune fonti rumeno secondo altre moldavo, residente a Verona, ha preso a martellate la moglie e i due figli prima di togliersi la vita tagliandosi le vene. La tragedia è avvenuta a Pellegrina di Isola della Scala, nella casa della famiglia.

Per il momento, fortunatamente, l'unica vittima del folle gesto è il responsabile del medesimo, dal momento che i suoi familiari sono stati feriti gravemente ma sono ancora in vita. Tutti e tre sono ricoverati all'ospedale Borgo Trento di Verona.

Il più piccolo dei due figli, di 6 e 16 anni, versa però in gravissime condizioni e durante il trasporto ha avuto un attacco cardiaco, mentre il più grande è sempre rimasto cosciente. Ancora non sono note le ragioni del folle gesto, sul posto si trovano i carabinieri che stanno eseguendo le indagini e i rilievi di routine.

  • shares
  • Mail