Nardò (Lecce): dà fuoco alla compagna, arrestato

La vittima è ricoverata nel centro grandi ustionati di Brindisi con ustioni di primo e secondo grado.

Ha dato fuoco alla compagna a Nardò (Lecce). L'episodio è accaduto la sera del 9 dicembre scorso ma se n'è avuta notizia solo oggi. L'uomo è stato arrestato dalla polizia con l'accusa di tentato omicidio e maltrattamenti aggravati dalla recidiva.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori l'uomo avrebbe cosparso di alcol la convivente e poi le avrebbe dato fuoco, causandole ustioni di primo e secondo grado e terzo grado sulla parte superiore del corpo e alle mani.

La vittima è ancora ricoverata nel centro grandi ustionati dell'ospedale Perrino di Brindisi. L'arrestato, Alberto Antico, 42 anni, di Nardò, è stato raggiunto dall'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Lecce Annalisa De Benedictis su richiesta del sostituto procuratore Maria Vallefuoco.

La compagna, di 52 anni, ha riportato ustioni di primo, secondo e terzo grado al volto, sulle mani e al torace. Antico quelle sera al culmine dell'ennesima lite con la donna le avrebbe cosparso il corpo di alcol per poi darle fuoco con un accendino. L'uomo solo a distanza di molto tempo ha telefonato al 118, chiedendo un intervento per un "incidente domestico".

La donna è stata quindi trasportata all'ospedale Fazzi di Lecce e poi al Perrino di Brindisi, grave e in stato di incoscienza. I poliziotti dopo 24 ore dal ricovero e con il consenso dei medici hanno raccolto la testimonianza della vittima, che ha confermato il sospetto che l'uomo avesse tentato di ucciderla dandola alle fiamme.


(Nel video in alto: Dà a fuoco alla moglie - Bari, marzo 2014)

dà fuoco alla moglie nardò

  • shares
  • Mail