Abusò di una bimba di 7 anni: ora è professore di ruolo a Torino

Condannato per abusi sessuali commessi nel '98, adesso l'uomo insegna matematica in una scuola media statale.

Abusò di una bambina, con conseguente condanna della magistratura, ma ora è professore di ruolo in una scuola media pubblica a Torino.

Il docente in questione aveva patteggiato un anno e 8 mesi in appello per le violenze a sfondo sessuale commesse sulla minorenne, di appena 7 anni, in un episodio, nel 1998.

Oggi il professore insegna matematica in una scuola media statale con un contratto da docente di ruolo. In primo grado l'uomo era stato condannato, dieci anni dopo i fatti, a 3 anni e 6 mesi di carcere, pena ridotta a un anno e 8 mesi in appello.

La famiglia della vittima, per bocca del suo avvocato, parla di una vicenda che è semplicemente "una vergogna".

Il Giornale spiega stamattina che gli abusi avvennero in un kinderheim di Lignano Sabbiadoro (Udine), la vittima che oggi ha 22 anni, raccontò tutto ai genitori subito dopo le violenze ma a dopo la denuncia passarono comunque anni perché si arrivasse a una sentenza.

Dopo il verdetto di primo grado il docente non pagò la provvisionale da 27mila euro comminatagli dai giudici, poi l'agognata firma del contratto a tempo indeterminato, e solo qualche settimana fa il prof è riuscito a saldare il suo debito con la vittima.

"E' una vergogna durata troppo a lungo. E' scandaloso che questo signore abbia trovato un posto di lavoro a carico del contribuente, per di più nel delicatissimo mondo dell'educazione. La mamma della vittima è venuta molte volte nel mio studio per chiedermi conto dei troppi perché senza risposta che l'hanno mortificata: perché questo signore non abbia fatto un giorno di galera, perché la sentenza sia arrivata così tardi, perché lui non si sia mai occupato del processo e delle nostre richieste"

denuncia l'avvocato della ragazza Roberto Ponzio.

Scuola abusa e insegna Torino

  • shares
  • Mail