Orosei, uccide la moglie a colpi di ascia e tenta il suicidio

L’uomo è ricoverato in ospedale in gravissime condizioni: dopo aver aggredito a morte la consorte ha provato a tagliarsi le vene con un coltello.

omicidio-orosoei

Omicidio e tentato suicidio a Orosei, piccolo comune a due passi dal mare in provincia di Nuoro. Un cittadino cinese di 39 anni, ora ricoverato in ospedale, ha ucciso a colpi d’ascia la moglie, una connazionale di 32 anni, e subito dopo ha tentato di togliersi la vita tagliandosi le vene.

Un nuovo femminicidio, l’ennesimo nel giro di pochi giorni, avvenuto tra le mura domestiche. I motivi di tanta follia sono ancora oscuri - l’assassino è ricoverato in fin di vita all’ospedale San Francesco di Nuovo - ma le ultime indiscrezioni parlano di problemi psichici che avrebbero afflitto il 39enne nell’ultimo periodo.

A fare il macabro ritrovamento è stato un collaboratore del negozio che i due coniugi gestivano proprio ad Orosei. Visto il negozio ancora chiuso, il dipendente si è recato a casa dei due e, notate delle macchie di sangue nell’androne dello stabile, ha lanciato l’allarme.

All'arrivo dei soccorsi, per la 32enne non c'era più nulla da fare. Secondo i primi rilievi del medico legale, l'omicidio sarebbe avvenuto nella notte, diverse ore prima del ritrovamento. L'uomo, invece, era privo di sensi, coi polsi lacerati.

Del caso si stanno occupando i carabinieri della compagnia di Siniscola, guidati dal capitano Andrea De Senes.

  • shares
  • Mail