Friztl: ho tenuto prigioniera mia madre fino alla sua morte

fritzl_boat

Nuove agghiaccianti rivelazioni sul caso di Joseph Fritzl, il mostro di Amstetten che per 24 anni ha tenuto rinchiusa e violentato la figlia Elizabeth, dalla quale ha avuto 7 figli.

Dopo la sua dichiarazione sul suo "essere nato per stuprare", nelle ultime sedute con gli psicologi Fritzl ha ammesso di aver tenuto rinchiusa sua madre in un attico per anni, fino alla sua morte. Murata viva.

"Non ho mai ricevuto amore da lei. Era solita picchiarmi, colpirmi fino a lasciarmi disteso sul pavimento in una pozza di sangue. Non ho mai ricevuto un bacio. Mai un gesto d'affetto"

Secondo i registri del comune, Fritzl avrebbe ereditato la sua casa di Amstetten nel 1959, "dopo la morte di sua madre", che in realtà sarebbe deceduta nel 1980 dopo oltre 20 anni di prigionia. "Ho murato la finestra della sua stanza così che non potesse più vedere la luce del sole", ha dichiarato agli psicologi.

E non ha esitato a rilasciare un commento anche sulla figlia Elizabeth "Ad essere sincero non la vedevo come una figlia, piuttosto come una moglie e una partner"

Tutte dichiarazioni che contribuiranno a tenerlo in carcere per un bel pezzo. Lo psicologo che lo sta seguendo infatti, la dottoressa Adelheid Kastner, sta preparando un rapporto da presentare durante il processo che si terrà il prossimo febbraio, dove raccomanderà che il signor Fritzl non venga mai rilasciato.

Via | The Sun
Foto | Telegraph

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: