Capodanno: Cosenza, sequestrati botti per un milione di euro

La guardia di finanza ha sequestrato, in provincia di Cosenza, tre tonnellate di fuochi illegali nel quadro dell'operazione "Natale sicuro".

Maxi sequestro di botti illegali in provincia di Cosenza. Il blitz della guardia di finanza ha permesso di individuare e togliere dal mercato tre tonnellate di prodotti, per un valore di un milione di euro circa. Quattro persone sono state denunciate. L'operazione ha riguardato quattro depositi a Cerzeto, Spezzano Albanese, Castiglione Cosentino e Carolei.

Tra i botti sequestrati, anche alcuni con nomi a effetto: "E io pago", "Star war", "Zeus", "Augusto", "Panzer", "Rambo K31". Nomi che volevano evocare la forza dirompente. Si tratta di fuochi pirotecnici di IV e V categoria, corrispondenti a circa 740 mila pezzi e a 820 mila bocche da fuoco. Sono stati gli uomini delle fiamme gialle del Nucleo di Polizia tributaria di Cosenza a scovare i depositi dopo accurate indagini.

Per dare un'idea dell'enorme quantitativo sequestrato, se i fuochi fossero scoppiati ininterrottamente, uno dopo l'altro, avrebbero illuminato il cielo per circa quattro giorni continuamente. Ci son voluti giorni di pedinamenti e appostamenti per preparare nei dettagli l'operazione ed entrare poi a colpo sicuro nei magazzini dove erano stoccati i botti. Stipati in totale violazione delle norme di sicurezza.

Nel comunicato in cui si riferisce dell'operazione, i finanzieri hanno elencato il materiale pirotecnico sequestrato: fontane, batterie multicolpi, candele, raudi, bengala di produzione di cinese, bombe artigianali. Le persone sorprese dalle fiamme gialle non sono state in grado di esibire alcuna documentazione che giustificasse il possesso di quelle che diventano vere e proprie armi.

Tutti i depositi si trovavano a poca distanza dai centri abitati, con elevati rischi per l'incolumità dei cittadini nel caso di esplosione accidentale. L'operazione "Natale sicuro" ha permesso quindi di effettuare il più consistente sequestro di materiale pirotecnico del genere vietato nel 2014 in Calabria.

Botti illegali Cosenza

  • shares
  • Mail