Inghilterra: 13enne ritrova il padre su Facebook, lui la violenta

Una 13enne ritrova il padre su Facebook, va a vivere con lui che, però, la violenta per mesi. Ora l'uomo, dello Yorkshire, è stato condannato.

Stuprata dal padre

Ha ritrovato il padre su Facebook e lui, per 'ringraziamento', l'ha stuprata per mesi. La vicenda arriva dall'Inghilterra e vede coinvolta una ragazzina di 13 anni che - dopo aver ritrovato il genitore sul social network - era andata a vivere con lui. Senza sapere che dietro l'invito, c'era ben altro scopo. A giorni alterni, per sei mesi, l'uomo ha infatti approfittato sessualmente della figlia.

Ora, il 41enne originario dello Yorkshire è stato condannato a sei anni di prigione. Alle spalle, una vita di alcolismo e depressione. La vicenda risale a cinque anni fa, ma è venuta alla luce solo l'anno scorso quando la ragazza - diventata maggiorenne - ha raccontato tutto ai servizi sociali. Il pubblico ministero, Timothy Capstick, ha detto che la ragazza non si è mai rifiutata di fare sesso con il padre perché "era mio padre. L'avevo appena ritrovato, e così ho fatto quello che mi chiedeva".

Durante le udienze in tribunale, è emerso che l'uomo non solo stuprava continuamente la figlia, ma la faceva pure ubriacare prima di ogni atto. Così come la storia di una bambina che, abbandonata da piccola, aveva fatto il possibile per cercare e conoscere il papà. E ci era riuscita grazie ad alcuni amici e alle capacità di ricerca di Facebook.

Una gioia trasformatasi in un incubo lungo sei mesi, prima che la ragazzina abbandonasse la casa degli orrori, riuscendo a sfuggire alla violenza sessuali solo grazie ai servizi sociali. Proprio a un'assistente sociale, alla fine, la ragazza di Sheffield è riuscita a dire tutto. Senza vergogna e imbarazzo. Facendo partire la denuncia, il processo e ora la condanna alla prigione.

  • shares
  • Mail