Viterbo: muore bimbo di un anno dopo aver ingerito del metadone

metadone_01Tragedia nel Viterbese per la morte di un bambino di 14 mesi, che aveva accidentalmente ingerito del metadone, usato dai suoi genitori come terapia contro l'astinenza da stupefacenti.

Quando la coppia, residente a Sutri, si è accorta che il bimbo accusava un certo malessere, è corsa immediatamente al vicino ospedale Sant' Anna, ma il piccolo è deceduto ancor prima di arrivare al pronto soccorso.

I medici hanno subito riconosciuto le cause della morte ad hanno quindi allertato le autorità che hanno arrestato i due irresponsabili genitori. Un sopralluogo nelle loro abitazione ha rivelato la presenza di hashish, flaconi di metadone e una piccola coltivazione di canapa indiana.

I due genitori, 36 anni lui e 25 lei, entrambi già noti alle forze dell'ordine per precedenti legati allo spaccio, sono stati rinchiusi nel carcere di Mammagialla con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti e coltivazione illegale di canapa indiana, ma è quasi certo che se l'autopsia confermerà quanto sostenuto dai medici, le accuse saranno ben più gravi, come già era accaduto tempo fa in Texas.

Questo quanto dichiarato dalla donna in lacrime ai medici del pronto soccorso di Ronciglione:

Stavamo dormendo. Più tardi ci siamo svegliati, aveva le manine e i piedini freddissimi. Lo abbiamo avvolto in un accappatoio e l'abbiamo subito portato in ospedale

Foto | TusciaWeb

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: