Ferrara: arrestato funzionario Agenzia Entrate mentre prende tangente

Arrestati un dipendente infedele delle Entrate e un altro uomo: insieme avrebbero ricatto un imprenditore

Colto in flagranza di reato mentre incassava una tangente. Un funzionario dell'Agenzia Entrate è stato arrestato ieri a Ferrara, in tarda mattinata, mentre intascava una mazzetta da 10mila euro.

Insieme al dipendente delle Entrate infedele la Guardia di finanza di Ferrara ha stretto le manette ai polsi di un'altra persona che aveva fatto da intermediario con chi aveva consegnato quel denaro, cioè un imprenditore ricattato: quella tangente secondo gli investigatori se la dovevano dividere i due fermati, presi con le mani nella marmellata.


Ora gli arrestati, Leopoldo Lunadei, 54 anni, funzionario delle Entrate, e Maurizio Palma, 54 anni, mediatore privato, devono rispondere dell'ipotesi di reato di concussione, per aver chiesto la tangente all'imprenditore promettendo in cambio un controllo blando in materia di studi di settore.

L'imprenditore però ha denunciato la pretesa alle Fiamme gialle che hanno organizzato lo scambio di denaro in modo da cogliere sul fatto il dipendente dell'Agenzia delle Entrate e il suo sodale, arrestati nella giornata mondiale contro la corruzione.

Le indagini, che continuano, sono coordinate dal procuratore Bruno Cherchi e dal pubblico ministero Filippo Di Benedetto della procura di Ferrara. I due indagati sono ora in carcere in attesa dell’udienza di convalida del fermo che dovrebbe svolgersi entro domani.

Arresti mazzetta agenzia entrate ferrara

  • shares
  • Mail