Termoli, truffa ai distributori automatici: 15 arresti

La banda clonava le chiavette per i distributori automatici

I Carabinieri di Termoli, in collaborazione con il Nucleo Investigativo di Campobasso e delle Compagnie di Foggia, San Severo (FG), Manfredonia (FG) Lanciano (CH) e Larino, hanno eseguito 15 arresti nell'ambito di un'inchiesta che riguarda la clonazione di chiavette per i distributori automatici. Le ipotesi di reato sono associazione per delinquere finalizzata ad alterare i sistemi di pagamento dei distributori automatici e truffa aggravata.

L'operazione, chiamata "chiavetta magica", si è svolta nella mattinata di ieri, creando parecchia curiosità nella cittadina molisana, e solo oggi sono stati resi noti i dettagli dell'inchiesta, che ha portato a sgominare una vera e propria banda che aveva come attività principale la clonazione di chiavette elettroniche per i distributori automatici. Questo il modus operandi: dopo aver violato il sistema di pagamento dei distributori, la banda vendeva le chiavette clonate, creando alle aziende distributrici un danno di 300.000 euro.

Le persone arrestate risiedono fra le province di Campobasso e Foggia e sono state raggiunte dai provvedimenti di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari, emessi dal Gip del tribunale di Larino su richiesta della Procura della Repubblica di Larino. Dovranno rispondere a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata ad alterare i sistemi di pagamento dei distributori automatici e di truffa aggravata. Sette degli arrestati sono stati condotti nel carcere di Larino, mentre gli altri otto sono agli arresti domiciliari.

L'operazione risulta comunque tuttora in corso, e nella mattinata la Procura dovrebbe diramare nuovi dettagli.

diavoli rossi arrestato allenatore

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail