Lapo Elkann vittima di un ricatto dopo un pomeriggio da sballo

Lapo Elkann ancora una volta al centro di un ricatto da parte di due fratelli

Lapo Elkann ancora una volta al centro di un ricatto ordito da due fratelli. Ancora una volta i vizi del rampollo della famiglia Agnelli finiscono nelle pagine di cronaca giudiziaria a causa di un ricatto ordito da un fotografo dell’entourage di Fabrizio Corona.

La storia è arrivata negli scorsi giorni all’udienza preliminare, davanti al giudice Stefania Pepe. Tutto comincia lo scorso aprile quando un pomeriggio, a Milano, E.B., cameriere incensurato nota Lapo Elkann accuattato fra le auto, seminudo, con una giacchette e un plaid avvolto in vita.

Lapo viene notato da E.B. che si trova insieme al fratello F.B. I due lo conducono nella casa in cui vivono con i genitori, nel quartiere Niguarda. Lì, secondo quanto raccontato dall’arrestato, Lapo tira fuori un pacchetto di cocaina e inizia un pomeriggio di “droga e autoerotismo”. F.B. filma il tutto. Arriva la madre dei due ragazzi e Lapo viene rivestito con tuta e cappellino e trasferito in un altro appartamento di Cinisello. La festa finisce a mezzanotte, i ragazzi prendono il numero di Elkann e gli pagano un taxi per consentirgli il ritorno a casa.

Tutto finito? Per niente, la trappola è già in moto. I due fratelli chiamano Elkann per avere qualcosa in cambio dopo il pomeriggio e la sera trascorsi insieme e lui, generosamente, fa loro recapitare un pallone della Juventus con le firme dei giocatori. I due rompono gli indugi e contattano la redazione di Novella 2000 parlando del materiale video che “scotta”. La direzione non solo dice di non essere interessata, ma consiglia ai due di non cacciarsi nei guai e di distruggere il materiale video compromettente. L’avidità ha la meglio e quando Lapo contatta il cameriere, questo gli chiede 50mila euro, altro che pallone firmato.

Si tratta e si scende a 30mila euro. Lo scambio avviene in un albergo in zona Loreto. Viene fissata con una scrittura privata una penale di 300mila euro in caso di diffusione del video. Ma non è finita perché qualche mese dopo il cameriere incontra Fabrizio Bicio Pensa, paparazzo dell’entourage di Fabrizio Corona da sempre a caccia dei vizietti dei vip. Bicio – che conosce molto bene le tariffe del mondo del gossip – spiega al cameriere che avrebbe potuto ricavare dieci volte tanto e così i due fratelli partono nuovamente all’attacco e alzano il tiro chiedendo altri 350mila euro. C’è anche il piano B: viene contattato Alfonso Signorini nel caso salti la trattativa, ma il direttore di Chi prende tempo.

Intanto arriva la telefonata del maggiordomo Nelson, la stessa persona che ha già gestito la prima trattativa. L’appuntamento è al Four Season, martedì 2 dicembre. Da 350mila Nelson è riuscito a scendere a 90mila euro. Ma invece dei soldi per E.B. ci sono le manette: su mandato del pm Giancarla Serafini il trentunenne viene arrestato e la storia è già arrivata davanti al giudice delle indagini preliminari Stefania Pepe. E sui giornali, nonostante le somme erogate da Lapo Elkann affinché la storia non diventasse di dominio pubblico.

VIP Guests: Day 5 - MBFWI Presented By American Express Fall/Winter 2014

Via | Il Giorno

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail