Vasto: suicida assistente capo della polizia penitenziaria

Si sarebbe suicidato con la pistola d’ordinanza l’assistente capo della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Vasto trovato cadavere questa mattina. L’uomo. M.M., di 48 anni, avrebbe esploso contro se stesso un colpo di pistola lungo il corridoio che porta al bar del carcere. Si tratta del sesto suicidio di un agente penitenziario nel 2012, il penultimo caso a Trapani poco più di un mese fa.

Eugenio Sarno, Segretario generale della Uil Penitenziari, esprime sentimenti di "dolore, rabbia, costernazione, frustrazione" per l’accaduto. “In queste condizioni emotive ogni parola deve essere soppesata. Per questo voglio limitarmi ad inviare alla famiglia ed agli amici del nostro collega i sentimenti del nostro più vivo cordoglio e della sincera vicinanza".

Nelle carceri italiane ci sono quasi 67mila detenuti a fronte di una capienza complessiva di 45.681 posti. Gli agenti penitenziari in servizio sono circa 46mila.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail