Quarto Grado ultima puntata del 5 dicembre 2014

Stasera Quarto Grado, tra le altre cose, si occuperà del giallo della morte del piccolo Loris Andrea Stival. Seguite in diretta con noi la puntata.


Quarto Grado | Melania Rea


1206001147DVB-TRete4

Si torna sul caso dell'omicidio di Melania Rea, in particolare su due punti: l'individuazione del misterioso telefonista che ha chiamato la polizia per indicare il luogo in cui si trovava il corpo della donna, e la novità riguardante l'impronta insanguinata ritrovata vicina al corpo sul ballatoio in legno del chiosco - e che non sarebbe riconducibile a Salvatore Parolisi. L'uomo, ricordiamolo, è stato condannato all'ergastolo in due gradi di giudizio.

C'è un altro dubbio: chi ha toccato il telefono di Melania Rea?

Quarto Grado | Yara Gambirasio


1205235544DVB-TRete4

Uno dei dubbi nel caso Yara Gambirasio è se la ragazzina conoscesse già il suo assassino. Una cosa è certa: la sera della sua scomparsa Yara ha insistito per essere lei a portare lo stereo in palestra, perché sarebbe dovuta andare la sorella maggiore.

Il fratellino di Yara racconta che sua sorella aveva paura di un uomo che la guardava male. E lo descrive biondo, con il pizzetto e robusto.

Quarto Grado | Loris Andrea Stival, ultime notizie


1205233922DVB-TRete4

Simone Toscano legge gli orari precisi in cui Veronica è stata ripresa dalle telecamere.

1205232617DVB-TRete4

Si torna a parlare dell'omicidio di Loris Andrea Stival. Gli inquirenti cercano di capire, dagli oggetti del bambino, se il piccolo avesse subito violenze nel tempo, così come sembra dalle prime indiscrezioni. Anche i disegni di Loris sono al vaglio degli psicologi.

Intanto arrivano nuove notizie sull'autopsia: Loris avrebbe dei segni di fascette anche sui polsi.

Quarto Grado | Roberta Ragusa, rinvio a giudizio per Antonio Logli


1205232330DVB-TRete4

La Procura è pronta a chiedere il rinvio a giudizio per Antonio Logli per omicidio volontario e distruzione del cadavere di Roberta Ragusa. Il processo è vicino?

Quarto Grado | Gilberta Palleschi


1205231815DVB-TRete4_1

C'è una novità nel caso della scomparsa di Gilberta Palleschi: un uomo anziano dice di aver sentito un forte grido di donna, il giorno della scomparsa, seguito da delle voci di uomini e poi il rumore di una macchina che andava via sgommando in direzione Cassino.

Quarto Grado | Chiara Poggi, Alberto Stasi a processo


1205230654DVB-TRete4

Secondo la difesa di Stasi, la procura avrebbe fatto indagini a senso unico nei confronti di Alberto, e avanza dei dubbi che ci possano essere altri sospettati, facendo anche il nome di un cugino di Chiara Poggi con una bici nera. In realtà il ragazzo era già stato sentito ed è risultato assolutamente estraneo ai fatti, e ancora oggi si dice disposto ad essere ascoltato.

1205224411DVB-TRete4

Prosegue il processo d'Appello bis a carico di Alberto Stasi per l'omicidio di Chiara Poggi. È la volta della difesa dell'imputato, che cerca in una lunga arringa di smontare tutte le ipotesi dell'accusa.

La difesa però fa affidamento sulla testimonianza di una vicina che avrebbe visto le persiane della cucina di casa Poggi aperte alle 9.23: questo significa che la ragazza ha aperto le persiane prima di morire? Se sì, Stasi sarebbe innocente, perché intorno a quell'ora era al pc. Ma secondo l'accusa la testimonianza non è affidabile, perché difficilmente la donna avrebbe potuto vedere, passando in auto, se la finestra era aperta o chiusa.

Tra due settimane la Corte dovrà prendere una decisione

1205225215DVB-TRete4

Per l'accusa e la parte civile sembra però chiaro che le perizie hanno dimostrato l'impossibilità che Stasi possa essere entrato nella casa del delitto senza sporcarsi le scarpe.

Quarto Grado | Loris Andrea Stival, chi lo ha ucciso?


1205222417DVB-TRete4

In paese ci sono tantissime telecamere, sia pubbliche che di private. Così come ci sono lungo la strada che porta al luogo di rinvenimento del cadavere. E gli inquirenti hanno richiesto a tutti le riprese, per analizzarle e verificare il racconto di Veronica, la madre di Loris.

1205221047DVB-TRete4

A casa Stival gli inquirenti hanno sequestrato il diario e i quaderni di Loris, oltre al tablet e al cellulare e al pc di casa, per capire la personalità del bambino e se aveva qualche timore. Inoltre hanno portato via delle forbicine che avrebbero delle tracce di materiale biologico e che potrebbero essere compatibili coi graffi trovati sul viso e sul collo del bambino.

1205220218DVB-TRete4

Sturlese Tosi dà una notizia dell'ultima ora: gli inquirenti hanno confermato che Loris non è mai andato a scuola. Le telecamere lo immortalano alle 8.32 mentre rientra in casa, la madre torna intorno alle 8.45 - anche lei ripresa dalle telecamere - per uscirne 36 minuti dopo.

1205215448DVB-TRete4

Orazio Fidone è l'uomo che ritrova il cadavere del piccolo Loris. Su di lui si sono indirizzati i primi sospetti degli inquirenti. In paese Orazio è un uomo stimato e benvoluto, ed è amico del nonno del bambino.

1205214328DVB-TRete4

Le telecamere di sorveglianza e gli orari sono molti importanti in questo caso: le telecamere non hanno ripreso in auto il bambino la mattina della scomparsa, così come non hanno ripreso la donna e la sua auto vicino alla scuola quella mattina. Le telecamere la riprendono gettare per strada il secondo sacchetto della spazzatura, poco lontano dal luogo del rinvenimento del cadavere di Loris.

1205213142DVB-TRete4

I movimenti della madre di Loris sono finiti sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti, perché ci sarebbe un buco di 15 minuti: la mattina la donna ha preso parte a un corso di cucina al Castello di Donna Fugata, ma secondo i testimoni sarebbe arrivata intorno alle 9.50, 9.55 - 15 minuti dopo rispetto alle prove fatte dalle forze dell'ordine per arrivare da casa sua al Castello.

Altro punto sospetto è quello relativo a un sacchetto di spazzatura, il secondo buttato dalla donna quella mattina, ma lasciato lontano da casa, a solo 1 km dal luogo del rinvenimento del corpo del bambino e mai ritrovato. Di cosa doveva liberarsi con così tanta fretta Veronica?

Infine, ci sarebbero delle fascette da elettricista date dalla donna alle maestre, andate a farle le condoglianze: secondo Veronica, Loris gliele avrebbe chieste per un esperimento di scienze da fare a scuola, ma per la preside e le maestre non è possibile. Tra l'altro le fascette sono compatibili con quelle usate per uccidere il bambino. La donna e le maestre le hanno consegnate agli inquirenti.

1205212604DVB-TRete4

L'auto della madre è stata posta sotto sequestro per effettuare delle analisi, così come verrà analizzato il GPS presente sulla macchina per tracciare gli spostamenti della donna di quella giornata.

1205211523DVB-TRete4

Si inizia subito con il ripercorrere i primi momenti dopo la scomparsa del piccolo Loris e con il sottolineare le incongruenze della testimonianza della mamma del bambino. Loris è stato ucciso strangolato da un laccio, forse una fascetta da elettricista.

1205211526DVB-TRete4

Quarto Grado sta per iniziare, con una puntata dal titolo Indifesi, dedicata in gran parte al giallo della morte del piccolo Loris:


 


 

quarto-grado-puntata-5-dicembre-2014

Quarto Grado torna stasera con un nuovo appuntamento incentrato in particolar modo sulla tragedia che ha catalizzato l'attenzione mediatica negli ultimi giorni: l'uccisione del piccolo Loris Andrea Stival. Inoltre si affronteranno ancora una volta i casi di Chiara Poggi, Yara Gambirasio, Elena Ceste, e Melania Rea. L'appuntamento è per questa sera intorno alle 21.10 su Rete4 e qui su Blogo in liveblogging.

Quarto Grado puntata 5 dicembre 2014: anticipazioni


Chi ha ucciso Loris Andrea Stival? Cos’è successo il 29 novembre, nelle quattro ore in cui il bambino doveva essere a scuola? L’intricata ricostruzione dei fatti lascia aperta ogni pista. Le ultime novità sul giallo che tiene l’Italia col fiato sospeso sono al centro del nuovo appuntamento con “Quarto Grado”, in onda su Retequattro questa sera.

Il settimanale a cura di Siria Magri torna anche sul mistero di Garlasco. I Ris possono risalire all’identità dell’assassino di Chiara Poggi con la foto delle impronte sul pigiama della giovane? A “Quarto Grado, inoltre, le carte della difesa nel processo d’appello che vede imputato Alberto Stasi.

E ancora: Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, dà conto delle novità sulla vicenda di Melania Rea: un’impronta di scarpa insanguinata è l’indizio che, secondo la difesa, potrebbe cambiare l’esito del processo a carico di Salvatore Parolisi. L’ex caporalmaggiore, condannato a 30 anni di reclusione, torna in aula il 10 febbraio per il processo di Cassazione. Infine, i progressi delle indagini sui delitti di Elena Ceste e Yara Gambirasio.

Quarto Grado: come vederlo in tv


Quarto Grado

è in diretta ogni venerdì sera su Rete4, alle 21.15. Dal giorno seguente la puntata potrà essere recuperata sul sito VideoMediaset.it.

Quarto Grado: Second Screen


Quarto Grado

può essere seguito anche sui social, attraverso i profili ufficiali Twitter @QuartoGrado e Facebook Quarto Grado. Per interagire con la trasmissione basterà usare l'hashtag #quartogrado.

Quarto Grado puntata 5 dicembre 2014

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: