Mafia Roma, la cattura di Massimo Carminati [VIDEO]

Le immagini della cattura del boss dell’organizzazione mafiosa capitolina, avvenuta il 2 dicembre a Sacrofano

Massimo Carminati era a bordo di una piccola Smart, in via Monte Cappelletto, una piccola stradina di campagna di Sacrofano, non lontano dalla sua abitazione, quando è stato catturato dai carabinieri dei Ros in collaborazione col nucleo “cacciatori” dell’Arma di Roma.

Le immagini diffuse in mattinata descrivono le fasi conclusive dell’operazione che ha portato alla cattura dell’ex terrorista dei Nar e boss della banda della Magliana Carminati, considerato il numero uno dell’organizzazione mafiosa al centro della tangentopoli emersa due giorni fa dopo l’operazione Mondo di Mezzo.

Gli investigatori hanno dovuto accelerare i tempi e, dopo avere avuto la certezza che l’uomo stava preparando la fuga all’estero, hanno fatto scattare la trappola appostandosi nei pressi della sua abitazione. Il “Nero”, anche noto con il soprannome di “Guercio” per via di un occhio perso in battaglia, è stato arrestato dai carabinieri dei Ros il 2 dicembre.

La cattura è avvenuta in una via molto stretta: individuato Carminati a bordo di un’autovettura, gli agenti hanno messo la loro volante di traverso e due uomini sono usciti puntando l’arma contro l’uomo che ha subito alzato le braccia in segno di resa.

Nell’interrogatorio con il gip Flavia Costantini e con i pm Paolo Ielo e Luca Tescaroli, Carminati si è avvalso della facoltà di non rispondere:

Era d'obbligo che prima o poi ci dovessimo incontrare. So' quattro anni che c'ho il Ros dietro,

sarebbero state le uniche parole rivolte agli inquirenti. A far accelerare i tempi sarebbero stati gli interessi e gli investimenti di Carminati alle Bahamas e una trattativa aperta per l’acquisto di una casa a Nothing Hill, nel cuore di Londra.

Sapendo di essere sotto monitoraggio da parte dei Ros, Carminati utilizzava Jammer un sistema di bonifica per cimici e microspie, ma i militari sono riusciti ad aggirare gli ostacoli frapposti da Carminati e a registrate migliaia di dialoghi nei quali venivano rivelate le trame dell’organizzazione mafiosa attiva nella capitale.

massimo carminati cattura

  • shares
  • Mail