Partinico, impiccati i due cani di Pino Maniaci

Maniaci, da sempre volto di Telejato, è convinto che siano stati gli ultimi servizi sul traffico di droga a spingere i criminali a questo nuovo e grave atto intimidatorio.

Nuovo e gravissimo atto intimidatorio nei confronti dello storico proprietario dell’emittente televisiva comunitaria Telejato, Pino Maniaci, pochi giorni dopo che la sua vecchia automobile è stata data alle fiamme a due passi dalla sede degli studi televisivi.

Stavolta, però, i criminali che da anni vogliono far tacere il coraggioso conduttore sono andati oltre: i due cani dell’uomo, Billy e Cherie, un pastore belga e un setter, sono stati uccisi nell’abitazione di Maniaci a Partinico, molto probabilmente avvelenati e infine impiccati alla recinzione che delimitava lo spazio in cui dormivano e vivevano.

A fare il macabro ritrovamento è stato lo stesso Maniaci, rientrato a casa dopo l’ultima edizione del telegiornale da lui condotto. Le forze dell’ordine, prontamente allertate, hanno avviato le indagini mentre messaggi di solidarietà e supporto arrivano a Maniaci da ogni parte del Paese.

Pino Maniaci

L’uomo, sentito da La Repubblica di Palermo, è convinto che questo ennesimo atto intimidatorio sia collegato agli ultimi servizi da lui firmati:

E’ da alcuni giorni che ci occupiamo dello spaccio di cocaina. La droga in questi ultimi mesi scorre a fiumi nel comprensorio. A qualcuno queste nostre denunce non sono andate giù.

Pino Maniaci continua a non fermarsi. Sono proprio episodi terribili come questo che lo convincono a spingersi sempre oltre e non darla vinta ai tanti criminali che puntualmente vengono smascherati e presi di mira da Telejato.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/en_US/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs); }(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Via | Telejato

  • shares
  • Mail