Amore Criminale puntata del 10 novembre 2014: le storie di Vanessa Villani e di Sabrina Blotti

Nella quarta puntata la storia a lieto fine di Vanessa Villani e il tragico omicidio di Sabrina Blotti, uccisa dal padre della sua migliore amica.

La puntata di Amore Criminale del 10 novembre inizia con la storia di Vanessa Villani, intervistata da Veronica De Laurentiis, alla quale racconta come la sua vita sia diventata un inferno dopo aver conosciuto Davide, l'uomo che poi l'ha ridotta in fin di vita. Vanessa è infatti quella ragazza rimasta per un mese e mezzo in coma dopo essere stata violentemente aggredita dal compagno che voleva lasciare. Al suo risveglio, però, Vanessa ha denunciato l'aggressore, condannato poi in primo grado a nove anni di carcere.

Per una storia che ha avuto un lieto fine, però, ce n'è un'altra dal finale tragico. È la storia di Sabrina Blotti, 45 anni e madre di due figli, uccisa il 31 maggio 2012 a Cesena da Nino, il padre della sua migliore amica che aveva sviluppato per la donna una vera e propria ossessione.

Sabrina è una donna sposata nel 2010 quando incontra per la prima volta Gaetano delle Foglie detto Nino, un uomo molto più grande di lei, che in breve tempo le sconvolgerà la vita. Sabrina è una donna bella, socievole, dinamica, con molti interessi, ben voluta da parenti e amici e con un marito, Gianni, al suo fianco da 16 anni.

Ma i due coniugi, a cavallo tra il 2011 e il 2012, vivono un periodo di crisi che li porta ad una temporanea separazione. È in questo frangente che Gaetano, invaghito di Sabrina, cerca di insinuarsi nella sua vita. Ma dopo una breve frequentazione la donna decide di allontanarsi da Gaetano, che in più di un’occasione si era reso protagonista di violente scenate di gelosia e di vere e proprie aggressioni verbali.

amorecriminale-sabrinablotti

L’uomo non accetta l’allontanamento impostogli dalla donna ed inizia a tempestarla di telefonate e messaggi, dai contenuti via via più preoccupanti: siamo nell’aprile del 2012 e Gaetano, dalle offese, passa alle minacce di morte.

Durante una visita ospedaliera a Bari, Delle Foglie confida i suoi intenti omicidi ad un dottoressa dalla quale è in cura per una malattia genetica: il medico raccoglie le confessioni deliranti di Gaetano e, ritenendo serie e credibili le sue minacce, va a denunciare tutto ai Carabinieri.

Anche Sabrina, il 19 aprile 2012, sollecitata dai Carabinieri di Bari, denuncia il comportamento di Gaetano, mettendo a verbale le inquietanti telefonate che riceve da alcune settimane. Ma Delle Foglie, verso cui non viene emessa alcuna misura restrittiva, riesce a far perdere le proprie tracce e lascia Bari diretto alla volta di Cesena. Con lui ha un'arma, una pistola, che intende usare.

È il 31 maggio 2012 e Gaetano attende Sabrina sotto casa di sua figlia Cinzia, la sorprende a bordo dell’auto e la uccide a colpi di pistola. Qualche ora dopo, braccato dalle forze dell’ordine, il Delle Foglie decide di porre fine alla propria esistenza compiendo un gesto eclatante: si spara dentro il duomo di Cervia, dopo sei lunghe ore estenuanti di trattative.

Ospite in studio con Barbara De Rossi è Gianni il marito di Sabrina. La famiglia della donna ha citato in giudizio la Procura di Cesena che non è stata in grado di proteggerla, nonostante le numerose denunce e i segnali dall'allarme dei giorni precedenti al delitto.

amorecriminale-10novembre2014

  • shares
  • Mail