Omicidio Yara Gambirasio: ascoltati gli amici della sorella Keba

Yara Gambirasio

Mancano poco meno di sei mesi alla scadenza dell'ultima proroga concessa alle indagini sull'omicidio di Yara Gambirasio, uccisa il 26 novembre 2010 e ritrovata cadavere tre mesi dopo a Chignolo d’Isola, e gli inquirenti non possono permettersi di tralasciare il minimo dettaglio, per quanto insignificante possa sembrare.

Mentre i carabinieri del Ris di Parma proseguono i prelievi e l'analisi dei campioni di DNA da confrontare con la traccia rinvenuta sul cadavere della giovane, gli agenti del Raggruppamento operativo speciale (Ros) stanno conducendo una serie di interrogatori per verificare ulteriormente quanto già vagliato nei mesi scorsi.

Si stanno ascoltando, scrive Il Secolo XIX, gli adolescenti della zona di Brembate di Sopra e gli amici e conoscenti di Keba Gambirasio, sorella maggiore di Yara, nel tentativo di ricostruire le loro abitudini e le loro frequentazioni. I carabinieri stanno cercando di capire se, dopo la scomparsa e il ritrovamento di Yara, questi abbiano notato qualcosa di strano, dei cambiamenti di comportamento che potrebbero essere utili alle indagini.

Il termine ultimo per far luce sul mistero, lo ricordiamo, è fissato per il prossimo gennaio: se entro questo periodo non si arriverà ad individuare il presunto colpevole di quel delitto, si dovrà inevitabilmente procedere con l'archiviazione del caso.

Foto | ©TMNews

  • shares
  • Mail