Malpensa: arrestato marocchino, nascondeva cocaina nelle noci di cocco

Un cittadino marocchino arrestato a Malpensa: aveva nascosto 3 chili di cocaina dentro due enormi noci di cocco.

Arrestato all'aeroporto milanese di Malpensa un cittadino marocchino che nascondeva cocaina in due noci di cocco. La droga gli avrebbe fruttato 600 mila euro, erano infatti circa tre i chilogrammi dello stupefacente nascosti nella frutta esotica. L'uomo era sbarcato da un aereo proveniente dalla Colombia - e transitato anche da Francoforte - ed è stato scoperto dalla guardia di finanza, durante un controllo nell'area arrivi.

Hanno collaborato all'arresto gli uomini dell'Agenzia delle dogane. Le noci di cocco erano sigillate e riposte all'interno dei bagagli. Il marocchino dovrà difendersi ora dall'accusa di traffico di sostanze stupefacenti. La frutta sigillata era l'espediente utilizzato perché le unità cinofile antidroga non fiutassero il prezioso contenuto.

Il passeggero è ora a disposizione dell'autorità giudiziaria. A insospettire le fiamme gialle in fatto che il corriere della droga non si fosse preoccupato del peso dei bagagli e, anzi, avesse portato con sé le pesantissime noci di cocco fino in Italia. Solo l'esperienza della guardia di finanza e dei funzionari della Dogana ha permesso che venisse evitato lo smercio al dettaglio di una grande quantità di cocaina.

Gli stessi militari hanno però fatto sapere che il nascondiglio scelto dal cittadino marocchino era effettivamente molto singolare. In tanti anni di carriera, e pur avendone viste di tutti i colori, mai avevano rinvenuto droga all'interno di noci di cocco.

Cocaina in noci di cocco

  • shares
  • Mail