Milano: frode al fisco con fatture false, 26 denunce e 5 milioni sequestrati

Accertata durante le indagini l'emissione e l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per una cifra pari a 140.000.000 euro.

Operazione dei militari del Comando provinciale della Guardia di finanza di Milano che hanno scoperto un gruppo criminale che sarebbe stato guidato da a un professionista operante nella zona sud-ovest di Milano che attraverso una rete di società e cooperative di servizi, parecchie intestate a prestanome, avrebbe realizzato un grosso giro di fatture per operazioni inesistenti in modo da evadere il Fisco.

In tutto la Gdf ha denunciato 26 persone ponendo sotto sequestro beni per 5 milioni di euro. Nel corso dell'attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano, i militari delle Fiamme gialle hanno eseguito una ventina di verifiche fiscali scoprendo nove evasori totali.

Accertata durante le indagini l'emissione e l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per una cifra di 140.000.000 euro. E poi costi indeducibili per 74.000.000 e ricavi non dichiarati per 2.800.000, con Iva dovuta per circa 41.000.000. Scoperte anche indebite compensazioni per 1.100.000 e un maggiore imponibile Irap per 75.000.000 euro.

Prima della conclusione delle indagini, al fine di sanare la propria posizione, alcune delle società finite nel mirino degli inquirenti hanno aderito alle contestazioni mosse per 5.800.000 euro. Tra i 26 indagati, 8 dovranno rispondere di associazione per delinquere.

Il danno erariale complessivo è stimato in 53.500.000 euro. I finanziari hanno proceduto al sequestro di 28 immobili - tra cui 3 ville, 9 appartamenti e 14 box - 10 auto, 6 moto, 93 tra conti correnti, titoli, polizze e altri rapporti finanziari, e 9 quote societarie-azionarie. Il tutto per un valore commerciale pari a 5.000.000 di euro.

(Nel video in alto: scoperte fatture false per 600 milioni - Milano, aprile 2012)

gdf crotone

  • shares
  • Mail