Riprende l'udienza preliminare per l'omicido Meredith: Amanda si dichiara innocente

Amanda Knox

E' ripresa questa mattina l'udienza preliminare per l'omicidio di Meredith Kercher, di cui vi abbiamo parlato in più occasioni, avvenuto il 1° novembre dello scorso anno a Perugia.

Alla sezione penale del Tribunale di Perugia oggi erano presenti tutti e tre gli imputati, Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Rudy Guede, che continuano ad affermare la loro innocenza, nonostante le indagini svolte li vedono tutti e tre presenti sulla scena al momento del delitto, ognuno con un ruolo attivo nella vicenda.

A ribadirlo ancora questa mattina è stata proprio l'americana Knox, che davanti a Paolo Micheli, gup di Perugia, ha ribadito di non aver avuto nulla a che fare con il delitto.

Non sono dello stesso parere i magistrati, che supportano la tesi del delitto a sfondo sessuale e che presenteranno solide prove raccolte durante i ripetuti prelievi e sopralluoghi, dalle tracce del sangue di Meredith trovate su un coltello in casa di Sollecito all'impronta della mano insanguinata di Guede impressa su un cuscino accanto alla vittima.

Come confermato dal gup per Rudy Guede ci sarà il rito abbreviato, mentre per Sollecito e la Knox si seguirà il normale iter: sono attese quindi per lunedì le richieste dell'accusa, che saranno, salvo ripensamenti, di condanna per Guede e di rinvio a giudizio per gli altri due.

Via | AffariItaliani

  • shares
  • Mail