Delitto di Garlasco: resi pubblici tutti i faldoni delle indagini




Pochi giorni fa avevamo scritto della chiusura delle indagini per il delitto di garlasco in cui si parlava delle anticipazioni sulla relazione conclusiva dell'accusa, con tutte le falle emerse durante le indagini come ad esempio quella sul movente, l'introvabile arma del delitto e soprattutto la prova regina del dna dell'assassino sul corpo della ragazza.

In questi giorni sono stati resi pubblici i 18 faldoni che raccolgono nel dettaglio tutte le accuse rivolte all'unico indagato Alberto Stasi, senza però proporre nessun eclatante colpo di scena. La Procura di Vigevano (Pavia) riassume così le motivazioni dell'accusa di omicidio volontario (art.575 CP e 577 comma 1 num.4 e 61 num.4) per cui Stasi:

cagionava la morte di Poggi Chiara colpendola al capo e al volto con reiterati colpi inferti con un corpo contundente, determinando la lacerazione dell'encefalo, la frattura con sfondamento del cranio in regione parieto-occipitale sinistra e numerose lesioni contusive al capo e al viso, dalle quali derivava la morte della persona offesa, con l'aggravante di aver adoperato sevizie, di aver agito con crudeltà verso la vittima, costituite dall'efferatezza dell'azione omicidiaria per il numero e l'entità delle ferite inferte. Garlasco, 13 agosto 2007

Quindi tutto come anticipato: Chiara Poggi è stata colpita alla testa ed al volto con un corpo contundente - non ancora identificato - con l'aggravante delle sevizie e della crudeltà. L'indizio più pesante che tiene in piedi l'impianto accusatorio contro Alberto Stasi sarebbe quello proveniente da una perizia in cui viene sottolineata l'impossibilità per l'assassino di "lasciare il luogo del delitto senza sporcarsi di sangue la suola delle scarpe". Dalla zona in cui è stato ritrovato il cadavere fino all'uscita sarebbe stato impossibile per l'imputato uscire senza sporcarsi le Lacoste. Per la difesa Stasi è innocente, per cui non si cercheranno riti abbreviati. L'accusa starà prendendo qualche cantonata?

Le foto della villetta Poggi a Garlasco

La bici di Alberto StasiIl lavandino con due ditateIl sangue in fondo alla scalaIl telefono della villetta


Foto da Panorama

Via | FondazioneItaliani

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: