Strage di Denver, 14 morti e 50 feriti: il killer è un ragazzo di 24 anni, ha agito da solo

Ha solo 24 anni il presunto autore della strage avvenuta poco dopo la mezzanotte al Century Theatre di Aurora, cinema alla periferia di Denver, in Colorado, che ha portato alla morte di 14 persone - tra le quali diversi bambini - e al ferimento di 50 spettatori, tutti presenti in sala per lo visione del film Il Cavaliere Oscuro - Il Ritorno.

Il giovane, ne abbiamo parlato stamattina, è stato fermato poco dopo la strage e sarà interrogato quanto prima. Contrariamente a quanto diffuso in un primo momento, le autorità locali confermano che il killer ha agito da solo: è entrato nella sala vestito di nero, indossando un giubbotto antiproiettile, casco ed occhiali scuri e con una maschera antigas che gli è servita ad evitare il lacrimogeno lanciato prima della furia omicida.

Poi, armato di fucile e due pistole, ha aperto il fuoco contro gli spettatori in fuga dalla sala, uccidendone dieci sul colpo e ferendone molti in modo grave. Quattro di loro sono deceduti in ospedale nelle ore successive. L'ultimo bollettino diffuso dalle autorità conferma i numeri di questa mattina: 14 morti e 50 feriti.

Ancora oscuro il motivo della strage. Il giovane si è lasciato arrestare dai militari, ma non ha ancora ammesso la sua responsabilità né fornito alcun movente. Si è limitato, scrive CBSNews, a rivelare la presenza di esplosivi nella sua abitazione, subito perquisita dai militari. Maggiori dettagli saranno diffusi nelle prossime ore.

Via | 9News

  • shares
  • Mail