Ragusa, rapina finita in tragedia: Antonio Scapellato ferito gravemente a colpi d'ascia in testa

E' ancora parzialmente avvolta nel mistero la dinamica degli eventi che ha portato al ferimento di Antonio Scapellato, 23enne residente ad Ispica, in provincia di Ragusa, da ieri ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Cannizzaro di Catania per una profonda ferita alla testa, probabilmente provocata dalla lama di un'ascia.

Stando ai primi rilievi dei carabinieri, il giovane avrebbe sorpreso dei rapinatori che si erano introdotti nella casa di campagna del giovane in contrada Cavafico. I malviventi, la dinamica non è stata ancora chiarita, l'avrebbero aggredito e si sarebbero dileguati.

A fare la macabra scoperta, nel tardo pomeriggio di ieri, sono stati i genitori del giovane, che hanno raggiunto l'abitazione dopo diversi tentativi a vuoto di mettersi in contatto con lui. Antonio Scapellato giaceva a terra, privo di sensi, nello scantinato.

I soccorsi sono subito giunti sul posto: il giovane è stato trasportato in un primo momento al PTE di Ispica, poi è stato trasferito a Catania, dove è tuttora ricoverato in gravi condizioni. Tra il momento del ferimento e il ritrovamento, sostengono gli inquirenti, sono passate diverse ore.

I carabinieri di Ispica e Modica si trovano ancora sul posto per tutti i rilievi necessari: si cerca l'arma utilizzata per ferire il giovane e tracce dell'aggressore, o degli aggressori. Le indagini proseguono.

Via | Il Corriere Di Ragusa

  • shares
  • Mail