Francavilla Fontana: esplode bomba in un negozio, morto il presunto attentatore

A causare lo scoppio sarebbe stato un ordigno, forse innescato dalla stessa vittima dell'esplosione.

Si indaga sull'esplosione avvenuta nella notte in un negozio di abbigliamento e calzature di Francavilla Fontana, in provincia di Brindisi, nel cui garage attiguo è stato poi rinvenuto il cadavere di un uomo, Antonio Rizzo, 28 anni, del posto.

Lo scoppio, che sarebbe stato causato da una bomba, è avvenuto intorno all'una al piano terra di un edificio del centro di Francavilla, in via San Francesco d'Assisi.

Il cadavere è stato trovato in un seminterrato da cui si accede al negozio e non si esclude che la stessa vittima possa essere l'uomo che ha provocato l'esplosione.

Il 28enne morto, che sarebbe il compagno della proprietaria del negozio, secondo i carabinieri potrebbe essere l’autore materiale dell’attentato, anche se sul movente è ancora buio fitto. Sul posto sono trovate tracce di benzina.

Nello scoppio sono rimaste danneggiate una decina di auto parcheggiate vicino al negozio "Pinco Pallino" che pare fosse in procinto di chiudere, scrive La Gazzetta del Mezzogiorno.

Gli inquilini residenti ai piani superiori dell'edificio sono stati fatti sgomberare in via precauzionale. Sul posto poco dopo la deflagrazione sono giunti i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme e i carabinieri che hanno avviato le indagini e che stanno valutando le risultanze emerse dai primi rilievi tecnici eseguiti. Si indaga anche su un presunto legame parentale tra la vittima e soggetti ritenuti dagli inquirenti vicini alla criminalità organizzata di Francavilla.

(in aggiornamento)

carabinieri Brindisi

  • shares
  • Mail