Omicidio Serena Mollicone: prelevato il DNA ai sei indagati

SerenaMollicone

E' sempre più vicina la soluzione dell'omicidio di Serena Mollicone, la 18enne di Arce, in provincia di Frosinone, trovata morta nel giugno 2001 in un bosco di Anitrella. Ieri è stata una giornata chiave: i sei indagati per l'omicidio della giovane, tutti dichiaratisi innocenti, sono stati sottoposti al test del DNA.

I profili genetici dei sei indagati saranno ora confrontati coi due profili misti di Dna maschile trovati sui vestiti della ragazza lo scorso aprile. Allo stesso modo le loro impronte digitali verranno confrontate con quella individuata sul nastro adesivo usato per legarla. La verità, quindi, è dietro l'angolo.

I sei - l’ex fidanzato di Serena, Michele Fioretti, la madre Rosina Partigianoni, l’ex maresciallo dei carabinieri di Arce Franco Mottola, la moglie Maria, il figlio Marco e il militare Francesco Suprano - sono indagati per omicidio volontario aggravato dalla crudeltà e occultamento di cadavere. Continuano a professarsi innocente e questi test serviranno proprio ed escludere, o confermare, il loro coinvolgimento.

Gli esiti dovranno arrivare il 14 settembre, pochi giorni prima della conclusione delle indagini, per le quali il gip di Cassino Angelo Valerio Lanna ha chiesto una proroga fino al 20 settembre. Le tracce, lo ricordiamo, verranno comparate anche col DNA del brigadiere Santino Tuzi, che si tolse la vita il 9 aprile del 2008 perché, lo sospetta l'accusa, conosceva la verità sulla morte di Serena.

Via | Il Messaggero
Foto | SerenaMollicone

  • shares
  • Mail