Bimbo di 2 anni morto in auto: prosciolto il padre

L'uomo quella tragica mattina era in preda a una amnesia dissociativa secondo le perizie di accusa e difesa.

Il padre che a giugno dell'anno scorso dimenticò in auto a Piacenza il figlio di 2 anni, trovato morto dopo essere rimasto otto ore sotto il sole, non era capace d'intendere e volere in quel momento quindi non può essere rinviato a giudizio e sottoposto a processo.

Il gip di Piacenza Elena Stoppini con queste motivazioni ha così deciso per il proscioglimento dell'uomo secondo quanto scrive il quotidiano locale Libertà.

Per il proscioglimento delle accuse a carico del genitore è stata essenziale la relazione deggli psichiatri d'accusa e difesa che si sono trovati d'accordo nelle loro perizie affermando che il padre indagato quella tragica mattina che dimenticò di portare il figlio all'asilo nido lasciandolo in macchina sotto il sole cocente per andare a lavorare era in preda a una "amnesia dissociativa".

Il giudice per le indagini preliminare di Piacenza ha dunque accolto in pieno le richieste di accusa e difesa a non processare l’uomo.

Andrea Albanese era stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura piacentina per l'ipotesi di reato di omicidio colposo, un atto dovuto in virtù del quale durante le indagini preliminari il genitore fu sottoposto alle due due perizie psichiatriche che lo hanno scagionato.

tribunale

  • shares
  • Mail