Padova, assalto a portavalori nel 2012: arrestati due pregiudicati

Il commando era composto da cinque persone. Due erano finite in manette nel febbrai scorso, per altri due le porte del carcere si sono aperte all'alba di oggi.

Seconda ondata di arresti in relazione alla rapina a mano armata compiuta la sera del 21 aprile 2012 a Veggiano, piccolo comune in provincia di Padova. Nelle prime ore di oggi le forze dell’ordine hanno tratto in arresto due pregiudicati, Moreno Monetti, 56 anni, e Simone Rampin, 39 anni, con l’accusa di tentato omicidio, rapina aggravata, detenzione di armi da guerra e sequestro di persona.

I due, secondo quanto ricostruito nel corso delle indagini, facevano parte del commando che il 21 aprile assaltò un furgone portavalori: armati di kalashnikov, i banditi sorpresero tre guardie giurate impegnate a prelevare del denaro dalla cassa continua di un supermercato e riuscirono a farsi consegnare più di un centinaio di migliaia di euro, non prima di aver aperto il fuoco contro il capo scorta.

Il commando era composto da cinque persone. Oltre ai due banditi arrestati oggi, entrambi già noti alle forze dell’ordine, due complici erano finiti in manette nel febbraio scorso: un insospettabile dirigente d'azienda e un ex membro della mala del Brenta.

Quei due arresti si rivelarono fondamentali per l’identificazione del resto della banda. Ora il commando è stato quasi smantellato: resta da rintracciare e arrestare il quinto complice, ma gli inquirenti sono già sulle sue tracce e la sua fuga non dovrebbe durare ancora a lungo.

arresto-carcere

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail