Terni: mille euro per operare subito paziente, arrestato un medico

Arrestato chirurgo dell'ospedale di Terni: aveva chiesto 1.000 euro a una paziente per operarla subito all'addome.

Ospedale Terni

Aveva chiesto mille euro per operare subito una paziente. E' stato arrestato dalla Digos di Terni il chirurgo Paolo Ronca, 56 anni, con l'accusa di concussione. Le manette ai suoi polsi sono scattate ieri all'ospedale Santa Maria, struttura dove il medico operava da diversi anni. L'uomo, per un intervento chirurgico all'addome, aveva preteso da una donna la somma di 1.000 euro.

L'operazione si sarebbe dovuta svolgere all'interno dello stesso ospedale. I soldi avrebbero però eludo le normali procedure amministrative relative alle liste d'attesa, nonché la prenotazione obbligatoria. Insomma, la paziente avrebbe avuto un corridoio preferenziale. Come se si trovasse in una clinica privata e non in una struttura pubblica.

L'illecito, accertato dalla Polizia, rientra in un'ampia attività di indagine. Il medico sarebbe stato scoperto grazie alle riprese di alcune microcamere, piazzate nel suo ufficio in ospedale. Immagini inequivocabili che ritraggono Ronca mentre riceve i primi 300 euro euro dalla paziente straniera; il resto sarebbe stato pagato a cose fatte, ovvero a operazione chirurgica effettuata.

La Digos di Terni ha arrestato il professionista in flagranza di reato. Condotto in questura, dopo gli accertamenti di rito, il chirurgo è stato messo agli arresti domiciliari, dove resta a disposizione del pubblico ministero. Raffaele Pesiri, che ha condotto l'intera attività.

  • shares
  • Mail