'Ndrangheta: arrestato il latitante Rocco Pasqualone (VIDEO)

In manette Rocco Pasqualone, affiliato al clan Molè-Piromalli di Gioia Tauro. Deve scontare 14 anni per traffico internazionale di droga.

Rocco Pasqualone, 45enne latitante di 'ndrangheta è stato arrestato nella notte dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria che dal giugno scorso gli davano la caccia.

L'uomo, nato a Taurianova, nel reggino, è considerato un appartenente al clan Molè-Piromalli di Gioia Tauro, cosca tra le più potenti della Piana e di tutta la mafia calabrese.

Dopo l'arresto e le formalità rito per Pasqualone si sono aperte del porte del carcere: l'uomo deve scontare una condanna a 14 anni, 3 mesi e 19 giorni di carcere per traffico internazionale di droga.

I militari dell'Arma sono arrivati a lui dopo certosini servizi di pedinamento della compagna romena del latitante. La donna, 33enne, e altre due persone sono state arrestate per procurata inosservanza pena.

Pasqualone è stato catturato in un appartamento di contrada Caridi a Gallina (RC), casa di proprietà di un italiano a capo di un’impresa per la quale lavorava la compagna del ricercato. Il latitante non ha opposto resistenza all'arresto e non era armato, aveva con sé due documenti di identità contraffatti ma non ha provato a dissimulare la sua identità.

La condanna a carico dell'uomo per traffico internazionale di droga deriva da un’inchiesta dell’ottobre del 2005 della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, con l'emissione di 18 provvedimenti di arresto a carico di presunti trafficanti di cocaina della cosca Piromalli-Molè.

La base operativa dell'organizzazione era a Gioia Tauro (RC). Qui giungeva la cocaina da alcuni Paesi dell’Est Europa, specie dalla Bulgaria, dove la droga arrivava dal Sud America per essere poi venduta in Calabria, Lombardia, Sicilia e Lazio.

 rocco pasqualone arrestato

  • shares
  • Mail