Blitz contro 'ndrangheta: in manette sindaco e vice di Gioia Tauro

gioiatauroDopo il colpo inferto l'altro giorno alla Camorra, con l'arresto di alcuni membri del clan dei Casalesi, è di poche ora fa la notizia di un blitz a Gioia Tauro contro la cosca Piromalli, la più importante della 'ndrangheta, che opera principalmente nella provincia di Reggio Calabria.

Nel corso dell'operazione, secondo quanto riferito dall'Ansa, sono finiti in manette il sindaco e il vicesindaco di Gioia Tauro, Giorgio Dal Torrione e Rosario Schiavone, e il sindaco del vicino Rosarno, Carlo Martelli, tutti e tre accusati di concorso esterno in associazione mafiosa.

Arrestati anche l'avvocato Gioacchino Piromalli, 39 anni, e il nipote omonimo, considerati ai vertici della cosca. Così riporta l'agenzia italiana:

I tre amministratori di Gioia Tauro e Rosarno arrestati per concorso esterno in associazione mafiosa erano indagati da alcuni mesi perché accusati di avere dato la loro disponibilità a far lavorare per i rispettivi Comuni l'avvocato Gioacchino Piromalli, di 39 anni, anche lui arrestato stamani, dopo una condanna per associazione mafiosa, favorendo così il suo reinserimento.



Dal Torrione e Schiavone non erano più in carica in quanto il consiglio comunale era stato sciolto dal Governo il 22 aprile scorso in seguito ad "accertate forme di condizionamento da parte della criminalità organizzata".

L'operazione è stata condotta dalla polizia di Reggio Calabria, che in queste ora sta effettuando perquisizioni a tappeto che potranno fornire ulteriori indizi su altri membri della cosca.

Via | ANSA

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: