Taranto: 14enne violentata, confessano due ragazzi di 17 anni

Ragazzina violentata da due 17enni domenica sera alle porte di Taranto. I due hanno già confessato e sono in un centro di prima accoglienza.

Una violenza sessuale corredata di tutto: ragazzina costretta con la forza a subire lo stupro, poi abbandonata in lacrime in strada. Confessione da parte dei due autori del gesto, due ragazzi di 17 anni. E' successo domenica sera a Talsano, centro alle porte di Taranto. I due 17enni sono stati fermati dalla polizia e, alla fine, hanno ammesso le loro responsabilità davanti al gip del tribunale per minorenni, Ciro Fiore.

Per loro, adesso, si sono aperte le porte del centro di prima accoglienza. Durante l'interrogatorio, messi alle strette, i due minorenni hanno raccontato la dinamica della violenza: mentre uno di loro teneva ferma la vittima, l'altro la stuprava. Incurante, anzi forse pure eccitato, dalle lacrime e dalle urla di dolore di quella che è di fatto ancora una bambina.

L'accusa ha raccontato il resto della storia: i due ragazzi conoscevano la 14enne, l'hanno avvicinata e, dopo averle strappato di mano il cellulare, l'hanno obbligata a salire sullo scooter. Quindi, l'hanno condotta in una zona buia e isolata dopo hanno approfittato di lei. La vittima, grazie alla quale è stato possibile identificare i due aggressori, ha sporto denuncia in questura il giorno dopo la violenza, accompagnata dai genitori.

Consumato lo stupro, i due ragazzi se ne sono andati, lasciando in lacrime la ragazzina. Forse convinti che per paura o per la vergogna lei non li avrebbe mai denunciati. La 14enne ha trovato invece la forza di raccontare tutto. Quella stessa forza che, troppo spesso, gli uomini (o i ragazzini, in questo caso) non sanno trovare da soli. Ed è perciò che è quasi sempre il branco a macchiarsi di simili reati.

Stupro

  • shares
  • Mail