Non mandavano i figli a scuola, denunciati 165 genitori in Calabria

Dopo i controlli dei carabinieri nelle scuole del reggino.


    Aggiornamento ore 18:20. I carabinieri della Compagnia di Locri in merito ai 165 genitori denunciati per inosservanza dell’obbligo scolastico in una nota spiegano: “Quella punita dall’articolo 731 del codice penale è una condotta omissiva che consiste nell’impedire ovvero non controllare che i figli minori frequentino le lezioni per un periodo superiore ai 50 giorni. L’inosservanza non solamente dell’obbligo dell’istruzione elementare ma anche dell’obbligo relativo all’istruzione sino al conseguimento della licenza di scuola secondaria di primo grado (cioè fino al quindicesimo anno di età) comporta inoltre un illecito penale". Anche se "l’inosservanza di frequentare la scuola media superiore non configura la fattispecie in argomento, in quanto all’estensione dell’obbligo scolastico oltre la scuola media (introdotto dalla legge 28 marzo 2003, la n. 53) non è corrisposta la previsione di una sanzione penale in caso di sua violazione”.

Sono 165 i genitori denunciati in Calabria da parte dei carabinieri di Locri (RC) per la non osservanza dell'obbligo di istruzione dei figli. Le denunce sono scattate dopo un'articolata attività indagine e monitoraggio eseguita in tutte le scuole di 42 dei 409 comuni che formano il territorio calabrese.

I militari dell'Arma di 32 Stazioni hanno così presentato alle locali procure gli esposti contro i genitori di 88 ragazzi, di età compresa tra i 6 e i 15 anni, che senza un motivo valido e giustificabile hanno consentito ai figli di assentarsi da scuola per un periodo di tempo superiore al 25% delle giornate di assenza permesse, cioè 50 giorni su 200 di frequenza previsti.

L'attività di controllo è stata svolta dalle Compagnie di Roccella Jonica, Locri e Bianco, nel reggino, le denunce sono relative sia all'anno scolastico 2012/2013, per 87 genitori denunciati, sia quello 2013/2014 (78 denunciati all'autorità giudiziaria.

I comuni più interessati dal fenomeno nei due anni scolastici sono risultati quelli di Caulonia, Brancaleone e San Luca, Platì, Ardore, Caulonia e la sua frazione Marina, Marina di Gioiosa Jonica e Monasterace, tutti in provincia di Reggio Calabria.

scuola

  • shares
  • Mail