Droga e traffico di armi: 28 arresti tra Sardegna e Albania

A finire in manette sono state 28 persone tra cittadini albanesi e italiani residenti in provincia di Nuoro.

Importante operazione condotta dalle prime ore di oggi tra Italia e Albania finalizzata a sgominata una banda di criminali dedita al traffico di droga, armi e soldi falsi, condotta dalla Questura di Nuoro col supporto di quelle di Sassari e Brescia.

L’operazione, denominata Cassiopea, è scattata oggi dopo mesi di indagini e approfondimenti e ha permesso agli oltre 120 poliziotti coinvolti si arrestare 28 persone e di iscriverne 30, in totale, nel registro degli indagati. Si tratta di cittadini italiani, albanesi e romeni coinvolti a vario titolo nell’organizzazione articolata tra Albania, Nord Italia e Sardegna.

In carcere sono finiti sei cittadini nuoresi e un albanese, tutti già noti alle forze dell’ordine, mentre per altri sei nuoresi sono stati disposti gli arresti domiciliari. Gli altri indagati, invece, hanno soltanto l’obbligo di dimora.

Le accuse contestate a vario titolo agli indagati sono di concorso nei reati di acquisto, detenzione a fine di spaccio e cessione di stupefacenti. Uno, in particolare, è accusato anche di detenzione e trasporto illecito di armi da guerra.

Alcuni arresti, lo rendono noto le forze dell’ordine coinvolte, sono stati eseguiti in Romania grazie alla collaborazione delle autorità locali.

Policemen open a door leading a room use

(nel video l’operazione antidroga condotta lo scorso 30 agosto a Sannicandro di Bari)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail