Fermo, imprenditore uccide due ex dipendenti durante una lite

L'imprenditore, Gianluca Ciferri, avrebbe esploso diversi colpi di pistola contro i due ex impiegati, due uomini dell'Europa dell'Est.

omicidio-altamura-camisa

Duplice omicidio questa mattina a Molino Girola, in provincia di Fermo, dove due operai edili sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco dal loro ex datore di lavoro, l’imprenditore Gianluca Ciferri, nel corso di una lite la cui dinamica è ancora al vaglio degli inquirenti.

Stando a una prima ricostruzione degli eventi, sembra che i due uomini originari dei Balcani - Mustafa Nexomedin, 38 anni, e Avdyli Valdet, 26 anni - avrebbero fatto irruzione nell’ufficio di Ciferri armati di piccozza chiedendo che gli fossero consegnati dei soldi, pare degli straordinari arretrati che l’imprenditore non aveva ancora versato, e dalle parole ai fatti il passo sarebbe stato breve.

La discussione è generata in rissa e Ciferri, a quel punto, avrebbe estratto una pistola e aperto il fuoco contro i due uomini. Uno di loro è deceduto sul colpo, mentre l’altro è morto poco dopo il suo ricovero in ospedale.

A lanciare l’allarme è stato lo stesso imprenditore, che ha chiamato i soccorsi e i carabinieri subito dopo i fatti, descrivendo per filo e per segno la dinamica della sparatoria.

Il suo racconto è ora al vaglio degli inquirenti che hanno condotto l’uomo in caserma, mentre gli agenti ancora sul luogo del duplice omicidio stanno eseguendo i rilievi del caso.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: