‘Ndrangheta, tenta di sfuggire a posto di blocco: arrestato il fratello del boss Giuseppe Mancuso

L'uomo ha minacciato gli agenti di gravi conseguenze se non l'avessero lasciato andare. Ora è ai domiciliari.

Arresti Mancuso Limbadi

Nuovo arresto per la famiglia Mancuso, collegata a doppio filo all’omonimo clan di Limbadi. Pochi giorni dopo l’arresto di Pantaleone Mancuso, presunto boss del clan finito in manette al confine tra Argentina e Brasile dopo anni di latitanza, la notte scorsa i militari di Limbadi hanno bloccato uno dei suoi fratelli, Salvatore Mancuso.

L’uomo, 42 anni, si trova a bordo di un quad da strada quando, in contrada Vignola, ha cercato di sfuggire a un posto di blocco. Si è fermato all’alt dei militari, ma ha cominciato a inveire contro di loro, arrivando a minacciarli di gravi conseguenze personali se non l’avessero lasciato andare.

Gli agenti, nonostante il nome dell’uomo, non si sono fatti intimidire e hanno fatto scattare le manette per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale.

Una volta condotto in caserma e sbrigate le formalità di rito, Salvatore Mancuso è stato posto agli arresti domiciliari in attesa delle determinazioni del Tribunale di Vibo Valentia.

Salvatore è il fratello dei ben più noti criminali della famiglia Mancuso. Giuseppe sta scontando una condanna all’ergastolo, Diego sta scontando 16 anni per associazione mafiosa, Francesco una serie di condanne per mafia e Pantaleone è in attesa dell’estradizione nel nostro Paese.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail