Napoli, omicidio in strada al Cavone: ucciso il fratello del boss Ciro Lepre

La vittima era già nota alle forze dell'ordine. E' stata sorpresa dai killer mentre si trovava a passare tra via Salvator Rosa e via Correra.

polizia scientifica

Ancora un omicidio di camorra a Napoli, l’ennesimo agguato di stampo mafioso costato la vita, la notte scorsa, al pregiudicato Carmine Lepre, 57 anni, freddato a colpi di pistola tra via Salvator Rosa e via Correra, a due passi dal centro cittadino.

L’esecuzione è avvenuta poco dopo la mezzanotte. Lepre è stato sorpreso dai killer, almeno due persone riuscite a far perdere le proprie tracce, e l’hanno crivellato di colpi, uccidendolo all’istante. Pochi i dubbi sul fatto che l’agguato sia collegato all’attività camorrista della vittima e, soprattutto, si suo fratello.

Il 57enne pregiudicato, infatti, è il fratello di Ciro “’o sceriffo” Lepre, storico boss di Cavone, nel centro storico di Napoli, ora in carcere dopo l’arresto di due anni fa, quando fu incastrato per un episodio estorsivo ai danni di un imprenditore di nazionalità srilankese.

I killer di Carmine Lepre non sono ancora stati identificati, ma gli inquirenti sospettano che il delitto sia l’ennesima conferma che una nuova faida sarebbe a un passo dallo scoppiare nel centro di Napoli, coi giovani criminali intenti a provare la scalata verso il potere.

Le indagini proseguono.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail