Genova, ottantenne arrestato per tentato omicidio

L’uomo ha tentato di uccidere due vicine di casa colpendole con un bastone. Gli altri condomini hanno avvisato le forze dell’ordine evitando il peggio

  polizia

Un uomo di ottant’anni è finito in carcere dopo aver tentato di uccidere a bastonate due vicine di casa. L’aggressione che ha portato all’arresto dell’anziano è avvenuta in via Cechov, a Begato, e ha coinvolto due donne di 69 e 72 anni; a scatenare la furia dell’uomo è stato l’ennesima lite condominiale.

L’uomo è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio, mentre le due donne sono state trasportate all’Ospedale Villa Scassi con lesioni alla testa e agli avambracci. La donna di 69 anni dovrà restare in ospedale per sette giorni, mentre l’altra è stata ricoverata con una prognosi di un mese: per lei un trauma cranico e altre fratture.

Alcuni condomini hanno dato l’allarme evitando che la lite finisse in tragedia: ad arrestare la furia dell’uomo sono giunti due agenti del Commissariato di Cornigliano.

Quando sono arrivati nel palazzo di via Cechov, l’uomo brandiva un bastone da trekking e continuava a ripetere frasi senza senso. Due telecamere a circuito chiuso, piazzate dalle stesse vittime dell’aggressione all’ingresso dei loro appartamenti, hanno fornito ulteriori prove dell’aggressione.

Nei filmati esaminati dalle forze dell’ordine si vede l’ottantenne entrare nelle abitazioni e colpire le donne quando queste cercano di scappare.

Secondo una prima ricostruzione la lite sarebbe avvenuta per futili motivi.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail