Operaio trovato decapitato in un'azienda di Castegnato (Brescia)

Il presunto suicidio alla Maclav. L'uomo si sarebbe tolto la vita con una cesoia.

Il corpo senza testa di un uomo è stato trovato questa mattina all'interno di un'azienda a Castegnato, nel Bresciano.

Il cadavere decapitato apparterrebbe a un operaio della Maclav, ditta che si occupa di lavorazioni meccaniche. A fare la macabra scoperta alcuni dipendenti della stessa azienda che hanno subito dato l'allarme chiamando i carabinieri.

I militari dell'Arma di Ospitaletto (Brescia) dopo i primi rilievi avrebbero escluso la pista di un incidente sul lavoro, l'ipotesi che ha più credito presso gli investigatori è quella di un gesto estremo, l'operaio si sarebbe suicidato.

In ogni caso i carabinieri si sentono di poter già escludere "responsabilità di terzi". Secondo la ricostruzione del tragico episodio l'uomo stamattina sarebbe entrato in azienda con un po' di anticipo e prima dell'arrivo dei colleghi nel reparto avrebbe azionato una cesoia che gli ha tagliato la testa.

Saranno gli approfonditi esami medico-legali a questo punto a chiarire con esattezza la dinamica della morte, mentre si indaga su cosa abbia potuto spingere l'uomo a togliersi la vita.

(Nel video una alto: imprenditore suicida in azienda - Padova, settembre 2013)

  suicidio castegnato

in aggiornamento

  • shares
  • Mail