Troppo difficile essere un criminale

Tra telecamere a circuito chiuso, prove del DNA e impronte digitali, la vita per i delinquenti è diventata davvero dura. Tanto che a 76 anni, un ladro inglese ha deciso di ritirarsi dall'attività. Non è stata l'età a fargli maturare questa decisione, ma il fatto che la tecnologia moderna ha reso così difficile commettere crimini.

Richard Blaylock, ormai bisnonno, dopo essere stato liberato dalla prigione la scorsa settimana ha dichiarato al Daily Telegraph che essere un criminale non fa più per lui. Dopo 69 condanne e oltre metà della sua vita passate in 14 prigioni diverse, ha deciso di smetterla. L'ultimo arresto era avvenuto tre mesi prima, quando era stato pescato in possesso di attrezzi da scassinatore.
"Vorrei dire ai giovani che pensano a una vita di criminalità che ho sprecato la mia vita in prigione. Il crimine non paga" detto.

Saggia vecchiaia!

Via | Upi.com

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: