Giallo di Bracciano, tracce di alghe sui jeans del fidanzato di Federica Mangiapelo

Il principale sospettato resta Marco Di Muro, il fidanzato 24enne di Federica, che aveva trascorso con lei quella sera di Halloween di due anni fa.

Rischia di aggravarsi la posizione di Marco Di Muro, 25 anni, fidanzato della giovanissima Federica Mangiapelo, la ragazza di 16 anni trovata morta il 1° novembre 2012 sulla spiaggia di Vigna di Valle ad Anguillara, sul lago di Bracciano.

Di Muro, indagato per omicidio volontario, aveva sempre sostenuto di non esser rimasto con Federica nelle sue ultime ore di vita, ma il suo racconto è stato smentito in queste ultime ore dagli esperti della scientifica, che hanno scoperto sui jeans indossati quella sera dal giovane tracce delle stesse alghe di acqua dolce - le diatomee - ritrovate in grande quantità nel cervello della 16enne.

Si tratta di un particolare non di poco conto, che collocherebbe il 25enne sulla scena del crimine. Federica, infatti, non morì per cause naturali, come ipotizzato in un primo momento, ma fu trascinata e annegata in circa 30 centimetri di acqua.

Non ci sono dubbi, inoltre, che Di Muro indossasse proprio quei jeans bianchi la sera in cui Federica Mangiapelo fu uccisa: quella notte, alle 2.34, fu ripreso dalla telecamere installata in un distributore di benzina mentre scende dalla sua automobile indossando quei jeans.

Le indagini sono ancora in corso.

Picture taken 17 November 2006 shows a n

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail