Insider trading, ex manager condannato a 9 anni di carcere

Matthew Martoma, ex manager della Sac Capital, dovrà anche pagare 9,4 milioni di dollari di sanzione

Matthew Martoma, ex manager della Sac Capital, è stato condannato a una pena detentiva di nove anni da scontare nelle prigioni federali e a una multa di 9,4 milioni di dollari con l’accusa di insider trading.

Nello scorso febbraio Martoma era finito in tribunale con tre capi d’accusa: due riguardanti la frode attraverso strumenti finanziari e il terzo con l’accusa di cospirazione.

Nel novembre 2012 il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti scoprì quello che è stato definito come il più lucrativo sistema di insider trading della storia: Matthew Martoma, all’epoca dei fatti contestati dirigente della sussidiaria di Sac Cr Intrinsic Investor, utilizzava negativamente informazioni confidenziali riguardanti le compagnie farmaceutiche Elan Corporation e Wyet.

Secondo la giuria, l’ex manager quarantenne, fra il 2006 e il 2008, Martoma speculava sulle azioni di due laboratori e grazie a queste operazioni di insider trading – al cui centro vi erano informazioni concernenti il trattamento dell’Alzheimer – riuscì a far guadagnare a Sac circa 275 milioni di dollari. Nella sentenza il giudice Paul Gardephe ha sottolineato come non vi sia stato nulla d’accidentale nella condotta del condannato e come ogni atto fraudolento sia stato “ben pianificato”.

Sac aveva continuato ad accumulare azioni di Elan e Wyeth fino a quando Martoma non venne a conoscenza di risultati deludenti delle ricerche cliniche sui trattamenti dell’Alzheimer. Grazie a queste informazioni confidenziali, il 20 luglio 2008, la società liquidò la propria posizione valutata in 700 milioni9 di dollari.

Nel novembre 2013 Sac aveva pagato 1,8 miliardi di dollari di multa: 1,2 miliardi al Dipartimento di Giustizia, 600 milioni di dollari al Securities and Exchange Commission.

Stocks Hit Intraday Record

Via | Forbes

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail