Palermo, anziano uccide la moglie e si costituisce

Salvatore Li Greci, reo confesso, è stato subito trasferito in stato di fermo nel carcere Ucciardone di Palermo.

Omicidio nel tardo pomeriggio di ieri in un’abitazione di via San Raffaele Arcangelo di Palermo, nel quartiere popolare Villaggio Santa Rosalia. A morire, massacrata dal marito, è stata l’anziana Sebastiana Coppola, 79 anni.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa della coppia, preoccupati dalle urla provenienti dall’abitazione dei due coniugi. All’arrivo dei soccorsi c’era ben poco da fare: l’anziana era già deceduta, massacrata con un bastone appendiabiti. L’assassino, l’80enne Salvatore Li Greci, si trovava ancora in casa, coperto di sangue e in stato confusionale.

L’uomo, ex autista di autobus ora affetto da demenza senile, avrebbe subito ammesso le proprie responsabilità. Secondo quanto riferito dai vicini, nell’ultimo periodo le liti tra i due coniugi erano sempre più frequenti.

Salvatore Li Greci, reo confesso, è stato subito trasferito in stato di fermo nel carcere dell'Ucciardone di Palermo, dove oggi sarà interrogato.

carcere-dell'ucciardone-palermo

  • shares
  • Mail