Piacenza, trovato morto in casa con mani e piedi legati: si ipotizza un suicidio

L'ipotesi più plausibile è che l'uomo si sia tolto la vita, ma al momento non si escludo piste alternative.

morto-a-castel-san-giovanni

Un suicidio atipico. Così gli inquirenti hanno definito la morte di un uomo di 49 anni residente a Castel San Giovanni, in provincia di Piacenza, trovato cadavere intorno alle 16 di ieri dopo che i suoi vicini di casa hanno visto un biglietto di addio appeso alla porta dell’abitazione dell’uomo.

Il corpo senza vita del 49enne è stato rinvenuto in camera da letto: mani e piedi legati e un sacchetto di plastica in testa. Una modalità insolita per un suicidio, ma i diversi biglietti trovati in casa dell’uomo farebbero propendere proprio per questa ipotesi.

Sul corpo non sono stati rinvenuti segni di colluttazione, in casa non sembra mancare nulla, tutto era in ordine e dai primi rilievi non è emersa la presenza di altre persone. A fugare ogni dubbio ci penserà l’autopsia, prontamente disposta dalla Procura locale.

Se l’ipotesi del gesto estremo resta quella più valida, gli inquirenti non hanno chiuso le porte ad altre piste, dal gioco erotico finito in tragedia all’omicidio.

Del caso si stanno occupando i carabinieri di Castel San Giovanni e di San Nicolò, insieme ai colleghi di Piacenza, tutti giunti sul posto dopo l’allarme lanciato dai vicini di casa dell’uomo.

  • shares
  • Mail